La fragilità di un mondo finto…

image

Mi sembra veramente tutto così assurdo.
Non so in realtà cosa mi sembri assurdo, mi hanno programmato fin da piccolo per credere, per farmi meno domande possibili, per non contestare. Per ubbidire!
Il problema è che io oggi non ci sto più!
Mi sono rotto i coglioni.
E’ una rottura che parte da lontano. Non una di quelle cose: ZAK!, e una cosa aggiustata si rompe.
No, prima una piccola crepa, invisibile, che fai fatica a sentire se non ci passi il dito con attenzione, che neanche si vede.
Poi la pressione è aumentata e la crepa ha iniziato a vedersi, sempre più evidente.
Io mi dicevo: ma si, tranquillo. Vedrai che è una cosa da niente…
Invece oggi la “cosa da niente” è diventata una voragine immensa!
Oggi, che progetto una vita con la persona che amo, che sento il desiderio di avere con lei un piccolo cucciolo di uomo, che un giorno scorazzi libero per questa Terra…
Oggi non mi va bene. E’ un egoismo di comodo immagino. Prima si, poi oggi no!
Oggi mi preoccupo del Mondo, mi preoccupo degli altri e mi sembra che la strada che abbiamo intrapreso sia un suicidio sicuro!
In realtà è da un po’ di anni che ho cambiato strada. Che seguo questo, che più che una strada, è un malridotto sentierucolo.
Solo che prima, quando ho iniziato a seguirlo, non l’ho fatto con cognizione di causa, è stato più che altro un’intuizione.
Oggi invece inizio a capire.
Ho fatto ricerche, parecchie. Ho smesso di credere alle rassicuranti bugie ed ho iniziato a cercare le scomode verità…
Non è facile, ma cosa nella vita è facile…?
Complottista: questo è il termine che viene usato per indicare quello che sono diventato.
Chi decide questi termini? Me lo domando da sempre: Complottista, Comunista, Populista, Fascista, Idealista… Siamo in un mondo di “…ista”.
Sai che ti dico? Io non voglio più essere richiuso in un recinto! Non voglio più essere etichettato! Voglio essere libero di essere ciò che mi pare.
Certo è più facile dirlo che farlo, da dove si parte? Io lo so cosa voglio essere? Tu lo sai?
Facciamo tutti parte di questo “gioco” da così tanto tempo che dubito che qualcuno sappia veramente questa cosa. Forse i pazzi e i bambini… Comunque la mia ricerca è solo all’inizio.
Ha un risultato ambizioso. Cercare me stesso. Me lo devo. Ognuno è l’artefice del proprio destino.
E tutti insieme siamo gli artefici del destino dell’umanità.
Il tempo è arrivato?
Io spero di si. Intanto mi prefiggo di fare la mia parte!

Buona vita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...