Giuliano

Continuo la presentazione della variegata umanità che dimora all’interno del dormitorio.
Stamattina ho parlato un’oretta bella abbondante con Giuliano. Ieri sera, quando è rientrato stava proprio male, tanto da farmi preoccupare su possibili gesti estremi.
Stamattina invece l’ho trovato molto meglio.
Giuliano è una persona che mi ha sempre incuriosito. Non è da molto che lo conosco, ed è sempre stato molto schivo e riservato.
Devo dire che non è mia abitudine forzare le cose, non amo le confidenze “estorte” e con lui non ho fatto eccezione…
L’impressione che mi ha fatto dall’inizio è di una persona fuori contesto. Intendiamoci, i dormitori sono pieni di gente “fuori contesto”, persone figlie della crisi che ti domandi sinceramente: ma che cazzo ci fa questo qui???
Invece lui è diverso, quasi nobile, certo, un nobile decaduto. Ma con un portamento impossibile da ignorare, anche in questo momento difficile.
Non è per nulla arrogante, anzi, tutt’altro…
È dimesso, schivo e con un aspetto che non fa certo onore ai suoi 55 anni scarsi.
Ma gli occhi. I suoi occhi raccontano molto di lui…
Oggi è stato un fiume in piena, preciso, irruento…
Tre lauree, due in ingegneria e una in architettura. Un MBA in Bocconi. Patente nautica, porto d’armi, brevetto da sub. Una vita vissuta al massimo. Pupillo di Cuccia. BNL, Paribas, marchi prestigiosi. Mondo rutilante…
Ma…
Ma……
Ma……..
Una rinuncia totale. Chi era mia moglie?, mi chiede. Dice mesto di avere rinunciato a tutto. Di non avere capito quando, ma di avere rinunciato alla vita…
Lo fermo.
Basta Giuliano.
Non voglio sapere altro per il momento.
Sei pronto?
Mi guarda interrogativo…
Osservo i suoi occhi e ripeto, piano: sei pronto…?
Lui mi sorride, ha capito.
Pensaci, gli dico. Pensaci bene.
Sorrido, ma non sono ottimista…
Perché non è facile ricostruire una vita.
Gli do la mano e gli sorrido andando a casa.
Non sono sicuro, ma mi è sembrato di vedere un bagliore nei suoi “occhi parlanti”, quasi un accenno di vita, quella con la V maiuscola…
Ma forse credo ancora troppo alle favole, nonostante il mio lavoro.
Non importa. Mi vado bene così…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...